AASLD
Gastroenterologia Xagena
EASL 2017

Associazione della attività fisica per tipo e intensità con il rischio di cancro dell’apparato digerente


Sempre più prove indicano che i comuni percorsi cancerogeni possono essere alla base dei tumori dell'apparato digerente.
L'attività fisica può influenzare questi percorsi.
Tuttavia, nessun studio precedente ha valutato il ruolo dell'attività fisica sul rischio complessivo di cancro dell'apparato digerente.

È stata esaminata l'associazione tra attività fisica e rischio di tumore del tratto digestivo, tenendo conto di quantità, tipo ( aerobico vs resistenza ) e intensità dell’attività fisica in uno studio prospettico di coorte che ha seguito 43.479 uomini dello studio HPFS ( Health Professionals Follow-up Study ) dal 1986 al 2012.

Al momento dell'arruolamento, i partecipanti idonei avevano 40 anni o più, erano liberi da tumore, e hanno riportato di svolgere attività fisica.

I tassi di follow-up hanno superato il 90% in ogni ciclo di 2 anni.

La quantità di attività fisica totale è stata espressa in equivalenti metabolici ( MET )-ore / settimana dell’esercizio.

L’endpoint principale era il cancro incidente dell’apparato digerente che comprende il tratto digestivo ( bocca, gola, esofago, stomaco, intestino tenue, colon-retto ) e gli organi digestivi accessori ( pancreas, cistifellea e fegato ).

In 686.924 anni-persona, sono stati documentati 1.370 tumori incidenti del sistema digestivo.

Livelli più elevati di attività fisica sono stati associati a un minore rischio di cancro del sistema digestivo ( hazard ratio, HR=0.74 per 63.0 o più vs 8.9 o meno MET-ore / settimana; P per trend=0.003 ).

L'associazione inversa era più evidente con i tumori del tratto digerente ( HR=0.66 per 63.0 o più vs 8.9 o meno MET-ore / settimana ) che con i tumori degli organi digestivi accessori.

L'esercizio aerobico è stato particolarmente utile contro i tumori dell'apparato digerente, con un beneficio ottimale osservato a circa 30 MET-ore / settimana ( HR=0.68; P per la non-linearità=0.02 ).

Inoltre, finché lo stesso livello di punteggio MET-ore è stata ottenuto da esercizio aerobico, l'entità della riduzione del rischio è stata simile indipendentemente dall’intensità dell’esercizio aerobico.

In conclusione, l'attività fisica, indicata da MET-ore / settimana, è risultata inversamente associata con il rischio di tumori dell'apparato digerente, in particolare i tumori del tratto digerente, negli uomini.
Il beneficio ottimale è stato osservato con l'esercizio aerobico di qualsiasi intensità all'equivalente della spesa energetica di circa 10 ore / settimana di camminata a passo medio.
Sono necessari studi futuri per confermare i risultati e tradurli in raccomandazioni cliniche e di salute pubblica. ( Xagena2016 )

Keum NN et al, JAMA Oncol 2016; 2: 1146-1153

Gastro2016 Onco2016



Indietro