Gastrobase.it
Xagena Mappa
Gastroenterologia Xagena
Xagena Newsletter

Maggiore soppressione acida con Esomeprazolo rispetto a Lansoprazolo e Pantoprazolo nei pazienti in terapia continuativa con FANS


Uno studio ha confrontato l’efficacia di differenti inibitori della pompa protonica nel controllo dell’acidità intragastrica in pazienti in terapia con farmaci antinfiammatori non steroidei ( FANS ).

Lo studio ha riguardato Esomeprazolo, Lansoprazolo e Pantoprazolo.

Lo studio multicentrico, in aperto, crossover ha coinvolto 90 pazienti adulti ( n = 90 ) in trattamento continuativo con FANS, randomizzati alla terapia con Esomeprazolo 40mg, Lansoprazolo 30mg e Pantoprazolo 40mg per 5 giorni ciascuno.
Il periodo di wash-out tra ciascun trattamento è stato di 10 giorni o più.

Il monitoraggio del pH nelle 24 ore è stato eseguito al quinto giorno di ogni periodo di trattamento.

La percentuale media di tempo con pH intragastrico >4 nelle 24 ore è risultata significativamente maggiore con Esomeprazolo ( 74.2% ) rispetto al Lansoprazolo ( 66.5%; p < 0.001 ) e a P antoprazolo ( 60.8%; p < 0.001 ).

Inoltre, l’effetto dell’Esomeprazolo è risultato significativamente maggiore ( p < 0.05 ) rispetto agli altri 2 inibitori della pompa protonica riguardo all’uso o meno di farmaci antinfiammatori non selettivi o selettivi per la ciclossigenasi-2.

Alle dosi studiate, il trattamento con Esomeprazolo ha determinato una maggiore soppressione dell’acidità intragastrica rispetto a Lansoprazolo o a Pantoprazolo nei pazienti in terapia con farmaci antinfiammatori non steroidei. ( Xagena2006 )

Goldstein JL et al, Aliment Pharmacol Ther 2006; 23: 1189-1196

Gastro2006 Reuma2006 Farma2006


Indietro