Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Trapianto di microbiota fecale versus placebo per la sindrome dell'intestino irritabile da moderata a grave


La sindrome dell'intestino irritabile ( IBS ) è una condizione comune caratterizzata da dolore addominale, gonfiore e scarsa qualità di vita.
La sindrome dell'intestino irritabile potrebbe essere causata da una disbiosi intestinale.

È stato confrontato il trapianto di microbiota fecale ( FMT ) con il placebo nei pazienti con sindrome dell'intestino irritabile.

In uno studio in doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo, a gruppi paralleli, sono stati arruolati pazienti con sindrome dell'intestino irritabile con diarrea o con diarrea e costipazione ( esclusa stitichezza dominante ) definita dai criteri di ROMA III, con punteggio da moderato a grave secondo il sistema di punteggio di gravità sindrome dell'intestino irritabile ( IBS-SSS, un punteggio superiore o uguale a 175 ).

I partecipanti eleggibili avevano un'età compresa tra 18 e 75 anni e sono stati reclutati localmente dai medici generici nel nord della Norvegia.
Sono stati assegnati in modo casuale i partecipanti a trapianto di microbiota fecale attivo o placebo.

Le feci sono state processate e sono state utilizzate lo stesso giorno ( trapianto fresco ) o sono state conservate in un congelatore per un uso successivo ( trapianto congelato ); le feci dei partecipanti sono state utilizzate come placebo.

Una dose di 8 mg di Loperamide è stata somministrata per via orale 2 ore prima dell'endoscopia per trattenere il trapianto.

Il trapianto ( 50-80 g di feci miscelate con 200 ml di soluzione salina isotonica e 50 ml di glicerolo 85% ) è stato somministrato con un colonscopio nel cieco.

L'endpoint primario era un sollievo dai sintomi di oltre 75 punti valutato alla scala IBS-SSS, 3 mesi dopo FMT.

Nel 2015 sono stati reclutati 90 partecipanti e assegnati casualmente a un trattamento attivo ( n=60 ) o a placebo ( n=30 ).
3 partecipanti non sono stati sottoposti a trapianto di microbiota fecale e 4 sono stati esclusi dopo la diagnosi di colite microscopica, lasciando 83 pazienti per l'analisi intention-to-treat modificata ( 55 nel gruppo di trattamento attivo e 28 nel gruppo placebo ).

36 dei 55 partecipanti ( 65% ) che hanno ricevuto un trattamento attivo rispetto a 12 su 28 pazienti ( 43% ) trattati con placebo hanno mostrato una risposta a 3 mesi ( P=0.049 ).

Un partecipante ha manifestato nausea e vertigini transitorie ( gruppo attivo ) ed è stato osservato in ospedale per alcune ore dopo la procedura.

2 partecipanti hanno perso il ​​trapianto mentre tornavano a casa dal trattamento ( 1 in ciascun gruppo ) e 3 hanno sofferto di dolore addominale intermittente autolimitante ( 1 nel gruppo attivo e 2 nel gruppo placebo ).

Il trapianto di microbiota fecale ha indotto un significativo sollievo dai sintomi nei pazienti con sindrome dell'intestino irritabile.
Tuttavia, sono necessari studi multicentrici più ampi per confermare i risultati. ( Xagena2018 )

Johnsen PH et al, Lancet Gastroenterol Hepatol 2018; 3: 17-24

Gastro2018



Indietro