Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

L'obesità è un problema emergente nella cura dei pazienti con malattia infiammatoria intestinale ( IBD ) ed è stata associata a una risposta ridotta ad Adalimumab. Non è noto se l'obesità influenzi ...


L’inibitore orale del bersaglio della rapamicina nei mammiferi, Everolimus ( Afinitor ) ha mostrato una efficacia promettente in uno studio di fase II riguardo a tumore gastrico pretrattato in stadio ...


Studi clinici hanno dimostrato che nei pazienti con malattia epatica policistica, il trattamento a breve termine con analoghi della somatostatina riduce il volume di fegato del 4.5-5.9%, rispetto al p ...


I farmaci diretti contro il fattore di necrosi tumorale ( anti-TNF ) sono un'opzione terapeutica efficace nei pazienti con malattia infiammatoria intestinale. Tuttavia, i dati riguardanti la loro sicu ...


Il cancro colorettale metastatico ( mCRC ) è comunemente trattato con 5-Fluorouracile, Acido Folinico, e Oxaliplatino ( Eloxatin ) o Irinotecan ( Campto, Camptosar ). L'inibitore multitarget della chi ...


La chemioradioterapia definitiva rappresenta un’alternativa alla chirurgia per il trattamento curativo del carcinoma esofageo.Lo studio SCOPE1 è stato condotto con l’obiettivo di valutare l’aggiunta d ...


L’associazione tra assunzione di bifosfonati orali e rischio di carcinoma colorettale è stata valutata in molti recenti studi con risultati contrastanti.E’ stata effettuata una meta-analisi di degli s ...


Non è chiaro se il trattamento sequenziale possa sostituire la tripla terapia come trattamento standard per l’infezione da Helicobacter pylori.Uno studio ha confrontato l’efficacia del trattamento seq ...


Mancano dati di alta qualità per quanto riguarda l'efficacia del trattamento acido-soppressivo per il dolore toracico inspiegabile. Lo scopo di uno studio è stato quello di valutare l'efficacia di Eso ...


Lo studio di fase III REGARD ha mostrato che Ramucirumab è in grado di migliorare in modo significativo la sopravvivenza rispetto al placebo tra i pazienti con carcinoma della giunzione gastroesofagea ...


Il ruolo della chemioradioterapia neoadiuvante nel trattamento di pazienti con carcinoma esofageo o della giunzione esofagogastrica non è ben stabilito. Uno studio ha confrontato la chemioradiotera ...


Il trattamento adiuvante con Imatinib ( Glivec, Gleevec ) somministrato per 12 mesi dopo la chirurgia ha migliorato la sopravvivenza libera da ricorrenza nei pazienti con tumori stromali gastrointesti ...


Ricerche preliminari suggeriscono che la somministrazione di farmaci anti-infiammatori non-steroidei ( FANS ) potrebbe ridurre l’incidenza di pancreatite dopo colangiopancreatografia endoscopica retro ...


La Rifaximina ( Normix, Xifaxan ) è stata utilizzata con successo per la prevenzione della diarrea del viaggiatore, la causa più generale di disabilità tra i viaggiatori in regioni tropicali e subtrop ...


Il rash cutaneo è un evento avverso che potrebbe essere associato a maggiore sopravvivenza nei pazienti trattati con inibitori tirosin-chinasici del recettore del fattore di crescita dell’epidermide ( ...